Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

‹‹ Agosto 2019 ››
L M M G V S D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
 
Sei in: 
Home ›› Altre news ›› Prevenzione processionaria del pino

Prevenzione processionaria del pino

La Usl Umbria1 e la Usl Umbria2, di concerto con la Regione Umbria – Giunta Regionale - Servizio Fitosanitario Regionale, hanno prodotto l’ opuscolo dal titolo “Processionaria del pino- modalità di controllo a tutela della salute”. L’opuscolo, disponibile nei Centri di Salute delle USL, è scaricabile ai link: http//www.portaledisinfestazione.org/wp-content/uploads/2018/01/Brochure-Processionaria1.pdf ; http://www.portaledisinfestazione.org/…/ins…/processionaria/ .

La processionaria del pino è un lepidottero le cui larve si cibano di aghi di pino e di cedro. Le uova deposte in estate sugli aghi schiudono verso settembre. Le larve con fili sericei costruiscono un nido nel quale passano l’inverno. In primavera abbandonano il pino e in processione visitano gli alberi vicini. Il capofila è generalmente una delle femmine, che verso giugno sente che è arrivato il momento di diventare adulta. A questo punto fa da capofila e porta tutti i “compagni” in fila indiana nel terreno, dove si trasformeranno in crisalidi e poi in innocue farfalle.

Dal mese di dicembre si possono vedere i bozzoli sericei delle processionarie sui pini. Se vengono individuati in luoghi pubblici, i cittadini devono avvisare il proprio Municipio. In questo modo verrà programmata la rimozione dei nidi prima che le processionarie escano in primavera. Nel caso che la presenza dei nidi sia verificata in giardini e parchi privati, il cittadino deve procedere alla lotta con i metodi indicati:

- durante le operazioni di cattura e rimozione indossare occhiali chiusi e mascherina antipolvere;

- non dare mai fuoco ai nidi, perché attraverso l’emissione dei fumi si disperdono le setole urticanti, che possono essere inalate o venire a contatto con la pelle provocando gravi danni;

- se una fila di processionarie attraversa un giardino, il percorso va bagnato con acqua per impedire alle setole urticanti di “volatilizzarsi” e per favorire il loro depositarsi a terra.