Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

‹‹ Dicembre 2018 ››
L M M G V S D
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           
 
Sei in: 
Home ›› Altre news ›› Umbertide commemora le vittime delle stragi di Serra Partucci e Penetola

Umbertide commemora le vittime delle stragi di Serra Partucci e Penetola

Domani le celebrazioni e l'inaugurazione della mostra "Ogni sorriso"

Stele a ricordo dell'eccidio di Serra Partucci

Stele a ricordo dell'eccidio di Serra Partucci

Domani, domenica 24 giugno Umbertide torna a commemorare le vittime dell'eccidio di Serra Partucci e della stage di Penetola, che costarono la vita a 17 umbertidesi, brutalmente uccisi dai nazifascisti. Era il 24 giugno di 68 anni fa quando cinque giovani, Natale Centovalle, Domenico Cernic, Bruno Ciribilli, Giuseppe Radicchi e Mario Radicchi, caddero sotto al furia della rappresaglia tedesca.

Il cippo di PENETOLA

Il cippo di PENETOLA

Soltanto quattro giorni dopo toccò alla strage di Penetola di Niccone dove, nella notte tra il 27 e il 28 giugno, i nazifascisti diedero fuoco al casolare delle famiglie Avorio e Luchetti, uccidendo dodici innocenti tra cui tre bambini, Antonio, Carlo e Renato Avorio, oltre a Milena Bernacchi Nencioni, Canzio Forni, Ezio Forni, Edoardo Forni, Guido Luchetti, Conforto Nencioni, Eufemia Nencioni, Ferruccio Nencioni ed Erminia Renzini. Due stragi che restano ancora oggi senza una spiegazione e di cui Umbertide vuole tenere viva la memoria. “Le vicende di Serra Partucci e Penetola sono senza dubbio le pagine più dolorose della storia di Umbertide – ha dichiarato il sindaco Giampiero Giulietti – la città ha il dovere di ricordare per la crescita civile della società”.

Le celebrazioni, alle quali parteciperà il sindaco Giampiero Giulietti, inizieranno alle ore 9 con la santa messa a Serra Partucci a cui seguirà alle 9,45 la deposizione delle corone di alloro, prima a Serra Partucci poi a Penetola. Le associazioni e la cittadinanza tutta sono invitate a partecipare per testimoniare con la loro presenza la ferma condanna verso ogni forma di violenza.

sorriso

I sorrisi delle vittime di Penetola rappresnetati da Marco Baldicchi

Nel pomeriggio invece, alle ore 17,30, al Museo di Santa Croce verrà inaugurata la mostra “Ogni sorriso” di Marco Baldicchi, che ha voluto rendere omaggio alle vittime di Penetola. L'artista tifernate ha preso spunto da una foto che ritrae le dodici vittime di quel terribile 28 giugno 1944 e di ciascuna di esse ne ha estrapolato le labbra, le ha isolate ed ingrandite, fino a farne una grandiosa installazione, simbolo della memoria collettiva e testimonianza di una violenza tanto feroce quanto inspiegabile.

Curata da Aldo Iori e patrocinata da Regione Umbria e Comune di Umbertide, la mostra è accompagnata da un catalogo edito da Petruzzi con una testimonianza del sopravvissuto Giuseppe Avorio e testi di Bruno Corà, Enrico Crispolti, Aldo Iori, Massimiliano Marianelli e Saverio Verini. L'esposizione sarà visitabile fino al 29 luglio negli orari di apertura del museo. All'inaugurazione parteciperanno il sindaco Giampiero Giulietti e l'assessore Stefania Bagnini; la cerimonia sarà accompagnata da un breve concerto di organo del maestro Alessandro Bianconi.