Sito Ufficiale del Comune di Umbertide

Salta ai contenuti
Sito Ufficiale del Comune di Umbertide
Sei in: 
Home ›› Amministrazione ›› Consiglio Comunale ›› Commissioni Consiliari

Commissioni Consiliari

Le Commissioni Consiliari permanenti sono 3:

  • I° Commissione (Partecipazione e servizi istituzionali)
  • II° Commissione (Sport, cultura e tempo libero)
  • III° Commissione (Territorio e ambiente)

Le Commissioni consiliari esaminano preventivamente le questioni di competenza del Consiglio, svolgono ogni attività preparatoria dei provvedimenti consiliari e concorrono allo svolgimento dell'attività amministrativa del Comune riservata al Consiglio comunale. Le Commissioni esercitano le funzioni di controllo sull'operato dell'amministrazione Comunale. In particolare riferiscono al Consiglio sull'attuazione delle delibere consiliari e dei piani e programmi comunali, sul funzionamento dell'Amministrazione, sulla gestione del bilancio, del patrimonio e del personale, sul funzionamento degli enti ed aziende istituiti o dipendenti dal Comune. Le Commissioni possono chiedere l'intervento alle proprie riunioni del Sindaco e dei membri della Giunta, nonchè, previa comunicazione al Sindaco, dei responsabili degli uffici dell'Amministrazione comunale e degli amministratori e dirigenti degli enti e aziende istituiti o dipendenti dal Comune; hanno inoltre facoltà di chiedere l'esibizione di atti e documenti e di effettuare verifiche sull'attività degli enti strumentali. Il Sindaco e gli Assessori possono partecipare ai lavori delle Commissioni. Le Commissioni sono costituite in seno al Consiglio comunale con criterio proporzionale alla consistenza numerica dei gruppi consiliari, assicurando comunque la presenza in ciascuna di esse di un rappresentante per ogni gruppo. Il Consiglio comunale può istituire commissioni speciali di indagine e d'inchiesta con funzioni di controllo e di garanzia, la cui presidenza è attribuita all'opposizione. Per la costituzione di tali Commissioni è necessaria la proposta della Giunta o la richiesta motivata di un terzo dei Consiglieri. La relativa delibera deve conseguire il voto favorevole della maggioranza.